Fisici in vetta!

A sinistra Franco Rasetti, al centro Nello Carrara, a destra Enrico Fermi

Abbiamo già pubblicato una collezione di fotografie, a cura di Gianni Battimelli dell'Università di Roma "La Sapienza", sui fisici del "gruppo di via Panisperna" e i loro allievi, in montagna, durante le loro escursioni alpine.

Riceviamo adesso - e pubblichiamo con molto piacere - un'altra foto da parte di Eugenio Carrara, che ringraziamo per la cordiale collaborazione. La fotografia ritrae Enrico Fermi, Franco Rasetti e Nello Carrara (padre di Eugenio) sulle Alpi Apuane, in un momento di riposo, mentre si stanno preparando uno spuntino con cucinette da montagna a spirito.

La foto dovrebbe collocarsi attorno al 1920 - 21 : i tre erano ancora studenti. Carrara e Rasetti si laurearono in Fisica nel 1921; Fermi - più giovane di un anno - nel 1922.
Un ultimo dettaglio  tecnico : la fotografia è stata ristampata da una diapositiva stereoscopica, scattata da Nello Carrara con un primitivo meccanismo di autoscatto meccanico. La macchina fotografica è uno Ernemann 4,5 a lastre.

 

NELLO CARRARA

Nello Carrara entrò alla “Normale” di Pisa nel 1918 per dedicarsi agli studi di Fisica, avendo come compagni di corsi Enrico Fermi e Franco Rasetti. Si laureò nel 1921 con una tesi sulla diffrazione dei raggi X.

Dal 1921 al 1924 fu assistente di Fisica sperimentale all'Università di Firenze. Dal 1924 al 1954 fu professore di ruolo all'Accademia navale di Livorno e dal 1955 al 1975 insegnò nuovamente a Firenze tenendo il corso di Onde elettromagnetiche. Nel 1935 conseguì la libera docenza in radiocomunicazioni.

La sua attività scientifica si è svolta in settori di Fisica applicata, in particolare nel campo delle radiocomunicazioni e dell'elettronica.

Nel 1946 fondò il Centro di studio per la Fisica delle microonde, incorporato l'anno successivo nel CNR. Di questo Centro, che nel 1968 cambiò nome per diventare l'IROE (Istituto di Ricerca sulle Onde Elettromagnetiche) fu direttore fino al 1970. Alla sua morte, l'Istituto prese il suo nome e nel 2002 si fuse con l'Istituto di Elettronica quantistica del CNR per formare l'attuale Istituto di Fisica applicata “Nello Carrara”.

Carrara ha svolto un' intensa attività come membro di diversi comitati del CNR. Negli ultimi anni rivolse i propri interessi a questioni di ricerca spaziale, occupandosi di satelliti e telecomunicazioni.

Tra le varie onorificenze, va menzionato il premio Righi della Associazione elettronica Italiana, che gli fu assegnato nel 1935, e la laurea “honoris causa” in Ingegneria elettronica conferitagli nel 1980.