I 30 anni del PRISTEM

Lo scorso 19 maggio presso l'Aula Magna dell'Università Bocconi si è tenuto l'evento celebrativo dei 30 anni del Centro PRISTEM e del 100.esimo numero di "Lettera matematica pristem", due traguardi importanti che hanno reso la "festa" particolarmente speciale.

Come ricordato dal Prof. Angelo Guerraggio nel suo discorso di apertura, nel corso degli anni il ruolo del PRISTEM è stato, da un lato, quello di divulgare la Matematica e studiarne la sua evoluzione storica e metodologica, dall'altro quella di porre al centro del dibattito sociale i matematici stessi che, nel vulgata popolare, sarebbero sempre intenti a contare e occuparsi di numeri. A sottolineare tale impegno, l'evento ha visto la partecipazione del Presidente del Senato Sen. Pietro Grasso che, rivolgendosi ai docenti e studenti, ha voluto ricordare i 25 anni dalle tragiche stragi mafiose che hanno visto la morte dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino insieme alle loro scorte.

Intervento del prof. Angelo Guerraggio, direttore del PRISTEM © Università Bocconi

 

La celebrazione è stata inaugurate dalle parole del Rettore della Bocconi Prof. Gianmario Verona che ha sottolineato l'impegno dell'Università a formare studenti che siano presenze attive nel dibattito non solo economico ma anche sociale del Paese.

Intervento di apertura del prof. Gianmario Verona, Rettore dell'Universitàò Bocconi © Università Bocconi

 

A seguire è andato in scena il meraviglioso e coinvolgente spettacolo "Per non morire di mafia" (di Pietro Grasso, produzione SiciliaTeatro) con protagonista Sebastiano Lo Monaco che, interpretando lo stesso Pietro Grasso, ha raccontato le pagine più forti (il Maxiprocesso alla mafia) e tristi (gli omicidi di Falcone e Borsellino) della lotta alla mafia in Italia.

Sebastiano Lo Monaco in una scena di "Per non morire di mafia" © Università Bocconi

 

A seguito dello spettacolo il Presidente Grasso, intervistato dal Prof. Nando Dalla Chiesa, ha ricordato sia la sua esperienza professionale sia i suoi sentimenti più profondi legati a una vita spesa alla lotta alla mafia, esortando i giovani a discutere di mafia e di combatterla nel quotidiano assumendo un comportamento responsabile, qualunque sia il proprio ambito di espressione.

Intervista del Prof. Nando Dalla Chiesa al Presidente Sen Pietro Grasso © Università Bocconi

 

Le conclusioni sono state affidate al Presidente della Bocconi Sen. Mario Monti, che ha ringraziato il Presidente del Senato e i numerosi presenti, ricordando l'impegno dell'Università per la legalità e raccontando la sua esperienza personale, da Presidente del Consiglio italiano, nelle scelte volte al contrasto di ogni forma di criminalità organizzata.

Intervento conclusivo del Sen. Mario Monti, Presidente dell'Università Bocconi © Università Bocconi

 

Una giornata, non toccherebbe proprio a noi dirlo, splendida grazie soprattutto alla grande partecipazione di giovani studenti il cui interesse ha dato il segno di un futuro nel quale si potrà realizzare il sogno espresso dal Presidente Grasso: "Mi piacerebbe, un giorno non troppo lontano, prendere in braccio i miei nipotini e raccontare loro una storia che inizia con C'era una volta la mafia...".