Scelta la cinquina del Premio letterario Galileo 2013

Il 18 gennaio si è riunita a Padova a Palazzo Moroni la giuria scientifica della settima edizione del Premio Galileo, il più importante premio letterario italiano per la divulgazione scientifica. La giuria presieduta dal fisico Paco Lanciano - volto noto delle trasmissioni di divulgazione scientifica Quark e SuperQuark - ha selezionato le cinque opere che concorreranno per la vittoria del premio, che l’anno scorso aveva visto vincitore il libro "Il meraviglioso mondo dei numeri" di Alex Bellos. I cinque finalisti sono:

M. Bucciantini, M. Camerota, F. Giudice, Il telescopio di Galileo (Einaudi)

S. Pistoi, Il DNA incontra Facebook (Marsilio)

F. Close, Neutrino (Raffaello Cortina)

S. Kean, Il cucchiaino scomparso (Adelphi)

G. Vallortigara, La mente che scodinzola (Mondadori)

Paco Lanciano

 

Ora la rosa finale andrà al giudizio della giuria popolare, formata da circa 2500 studenti delle quarte superiori di tutte le Province italiane e il prossimo 9 maggio avverrà la proclamazione ufficiale del vincitore. Un appuntamento ormai consolidato quello del Premio Galileo, come ha sottolineato il presidente Paco Lanciano che ha poi aggiunto: "l'obiettivo della divulgazione è quello di creare passione autentica, che è poi la molla per l'approfondimento che porta alla conoscenza vera".

La giuria scientifica ha inoltre stabilito, per questa edizione, un premio speciale per la trasmissione radiofonica Radio3 Scienza. Giulio Peruzzi, membro della giuria, ha giustificato questo riconoscimento "per il decennale di vita della trasmissione, ma soprattutto per la qualità e anche quantità - 2600 trasmissioni - del lavoro del programma che ha ospitato 23 Premi Nobel".