Giorgio Salvini

E' considerato uno dei più eminenti fisici italiani del Novecento. Poco più che trentenne divenne Direttore del Progetto Nazionale dedicato alla costruzione di un elettrosincrotrone da 1100 MeV presso i Laboratori Nazionali di Frascati. Durante gli anni '70 continuò le sue ricerche presso il CERN di Ginevra. Dal 1990 al 1994 è stato presidente dell'Accademia Nazionale dei Lincei (di cui attualmente è presidente Onorario) e dal 1995 al 1996 è stato ministro dell'Università e della Ricerca. Sostenitore dell'utilizzo dell'energia nucleare per fini civili e non bellici.