Europa 2020: Giorgio Napolitano ascolta la comunità scientifica nazionale

Data: 
14/11/2011

Europa 2020: rendere l’Italia protagonista 

14 novembre 2011

Accademia Nazionale dei Lincei - Palazzina dell’Auditorio

Via della Lungara, 230 - Roma

www.lincei.it

 

In sede europea si vanno definendo con vari strumenti gli obiettivi e la strategia della ricerca per il 2014-2020: si tratta di un processo che costituisce per l’Italia una sfida di grande rilevanza. L’orizzonte 2020 infatti mette alla prova il paese in tutte le sue componenti e su tematiche assai diverse, che vanno dal medicale al tecnologico, dalla sostenibilità alla ricerca di base fino ad ambiti, come quello del “cultural heritage” nei quali l’Italia ha responsabilità istituzionali e storiche. La negoziazione e gli appuntamenti europei che attendono il paese richiedono infatti lungimiranza nella costruzione di modelli e strutture di convergenza fra ricerca e sistema produttivo.

Tutte le istituzioni della ricerca, il mondo delle imprese e le parti sociali, il sistema del credito e le agenzie, le istanze di governo regionale e nazionale possono infatti continuare a perseguire obiettivi disgiunti: in questo modo però sarà difficile che la performance italiana nella capacità di accesso ai fondi strategici europei e la qualità degli investimenti possano migliorare, con il rischio che l’Italia rimanga un importante finanziatore della ricerca altrui. Oppure possono interrogarsi sui modi di integrare competenze, intelligenze, strutture e strumenti e sperare così, agendo sui soggetti, di ottenere per il paese e per le giovani generazioni quelle opportunità di valorizzazione dei talenti e di promozione dell’innovazione che l’Italia merita.

Per riflettere su tutto questo l’Accademia Nazionale dei Lincei e l’Istituto della Enciclopedia Italiana hanno sentito il dovere di promuovere una giornata di scambio suddivisa in due sessioni: quella della mattina, operativa, che prevede una serie di interventi tenuti da esponenti della Comunità scientifica ed economica nazionale, orientati attorno alle modalità di raggiungimento degli obiettivi europei per il 2020. Nel pomeriggio, alla presenza del Presidente della Repubblica, saranno presentate le linee d’azione che ci dovranno vedere impegnati, come “Sistema Italia”, per il raggiungimento degli obiettivi posti dalla strategia “Europa 2020”.

 

 

Programma

10:00 - Registrazione

 

10:30 - Saluto di benvenuto:

Lamberto Maffei, Presidente Accademia Nazionale dei Lincei

 

10:40

Introduce:

Mario Ali, Direttore Generale per l’Internazionalizzazione della Ricerca. Ministero dell’Istruzione, l’Università e la Ricerca

 

11:00

Ne discutono:

Patrizio Bianchi, Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano Roberto Cecchi, Segretario Generale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Fulvio Esposito, Alto Rappresentante italiano al Gruppo di Programmazione Congiunta dell’UE

Giuseppe Guzzetti*, Presidente Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio

Pia Elda Locatelli, Presidente Fondazione A. J. Zaninoni

Marco Mancini, Presidente Conferenza dei Rettori delle Università Italiane

Caterina Petrillo, Delegato italiano programma Capacità-Infrastrutture di Ricerca dell’UE

Francesco Profumo, Presidente Consiglio Nazionale delle Ricerche

Giorgio Squinzi, Confindustria, Comitato Tecnico per l’Europa

 

Coordina:

Alberto Melloni, Presidente Fondazione Giovanni XXIII

 

13:00- 14:00

Discussione

 

Pomeriggio con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

 

15:30

Indirizzo di saluto al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano:

Lamberto Maffei, Presidente Accademia Nazionale dei Lincei

Mario Ali, Direttore Generale per l’Internazionalizzazione della Ricerca. Ministero dell’Istruzione, l’Università e la Ricerca

 

16:00

Giorgio Napolitano, Presidente della Repubblica Italiana.

Gianni Letta, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Mariastella Gelmini, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

 

16:45

Conclude Giuliano Amato, Presidente dell’Istituto della Enciclopedia Italiana