Scienza a casa D’Ancona Volterra

Data: 
25/01/2013

Venerdì 25 Gennaio 2013, ore 16.00

Sala Paladin - Palazzo Moroni

Via del Municipio 1, Padova

 

Scienza a casa D’Ancona Volterra

 

L’Accademia Galileiana di Scienze Lettere e Arti in Padova e la Biblioteca Civica di Padova hanno acquisito, in momenti e per vie diverse (la prima, nel 2000, per donazione della prof. Silvia D’Ancona, figlia del prof. Umberto D’Ancona, che ne fu socio, e Presidente negli anni 1957-1961; la seconda per lascito della medesima, nel 2010) quello che appare oggi un complesso sostanzialmente unitario, formato da libri (la raccolta completa delle pubblicazioni del D’Ancona, la biblioteca scientifica già conservata nello studio della sua abitazione privata, ma anche libri che testimoniano letture personali e scolastiche di tutta la famiglia) e inoltre da manoscritti, dattiloscritti, materiale iconografico; documenti, nei quali, superando l’estrema varietà tipologica e l’apparente disorganicità, si lascia riconoscere l’archivio di lavoro dei coniugi D’Ancona, tra ricerca e vita universitaria. Fiumano di nascita, Umberto D’Ancona (1896-1964) aveva iniziato a Budapest gli studi di scienze naturali, completati poi a Roma; qui ebbe inizio anche la sua carriera accademica, che lo portò nel 1937, dopo una parentesi senese, all’Università di Padova, come ordinario di Zoologia. Nella capitale, nell’ambiente gravitante attorno allo zoologo Giovanni Battista Grassi, egli aveva conosciuto Luisa Volterra (1902-1983), figlia del celebre matematico Vito Volterra, diventata sua moglie nel 1926. Tra Vito Volterra e Umberto D’Ancona la collaborazione risaliva agli anni in cui le statistiche relative al patrimonio ittico dell’Adriatico avevano fornito al primo la base di dati sulla quale andava elaborando il modello matematico rappresentato dalle cosiddette ‘equazioni di Lotka-Volterra’ (o ‘equazioni preda-predatore’). La vocazione scientifica di Luisa, accomunata al marito nello studio della biologia marina, favorì la continuità nel tempo di una speciale temperie di studio e di ricerca, che caratterizzò la biografia della coppia. L’incontro intende richiamare le figure di Umberto D’Ancona e Luisa Volterra D’Ancona, fornendo anche un’anticipazione sui contenuti informativi del fondo bibliograficoarchivistico; si configura inoltre come il primo annuncio di un ampio convegno scientifico interdisciplinare, che l’Accademia Galileiana intende organizzare nel 2014, in occasione del cinquantenario della scomparsa di Umberto D’Ancona.

 

Programma:

Ore 16.00

Davide Banzato - Saluti

Carlo Giacomo Someda - Introduzione

Silvia Sanero Casalini - Silvia D’Ancona. Un alto esempio di amore e di sensibilità per la cultura e di fattivo impegno per il ricordo e la valorizzazione del lavoro scientifico dei suoi genitori

Sandra Linguerri - Una bella mente ancora poco conosciuta: Luisa Volterra D’Ancona (1902-1983)

Cinzio Gibin - Umberto D’Ancona: uno scienziato attento alla storia

Gilda Mantovani - Il fondo D’Ancona: una biografia Giorgetta Bonfiglio-Dosio

Paola Mutti - L’Archivio professionale di Umberto D’Ancona: strumenti descrittivi per ricostruire la sua attività