Libri del 2018

Copertina del libro - Matepristem

Perché, oggi, è ancora così attuale la storia di Galileo? Dalle pagine di questa biografia pop e insieme rigorosa, Galileo ci parla a distanza di quattro secoli e le sue vicende descrivono un'Italia, e un italiano, decisamente moderni.

Copertina del libro - Matepristem

Il 1789 con la Rivoluzione francese ha segnato inesorabilmente la storia europea, ma ci fu un'altra rivoluzione che dalla Francia si diffuse in tutta Europa. Antoine Lavoisier, infatti, fu il principale protagonista della Rivoluzione chimica, ovvero di un'operazione intellettuale che, sotto la spinta di nuove scoperte e nuove premesse metodologiche, riorganizzò drasticamente la disciplina. Come tutte le idee rivoluzionarie, la nouvelle chimie non fu accolta nello stesso modo e negli stessi tempi da tutte le comunità di studiosi.

Copertina del libro - Matepristem

Consapevoli dell'ambivalenza di numeri e lettere, gli autori di questo saggio mettono a confronto il progressivo distacco della matematica dalla realtà sen­sibile con il superamento del narratore onnisciente, caratteristico del romanzo ottocentesco e inteso a restituire la presunta oggettività del reale.

Copertina del libro - Matepristem

Discutere con un amico di come passare una serata, decidere col proprio compagno dove andare in vacanza, stabilire in quale punto della città aprire una nuova attività. Che cos'hanno in comune queste situazioni? Sono tutte scelte da prendere e la Matematica può essere un divertente strumento con cui analizzare razionalmente le interazioni tra noi e gli altri e prendere le migliori decisioni.

Copertina del libro - Matepristem

Dallo zero ai numeri primi, dalle multidimensioni all'infinito… tutto è numero. Alcune grandi scoperte scientifiche hanno cambiato il modo di percepire la realtà, se non la realtà stessa, e non possono dunque avere lasciato indifferenti gli artisti.

Copertina del libro - Matepristem

Il libro racconta la storia, eccezionale nel panorama italiano, dell'Istituto Statale d'Arte di Monza che, fondato nel 1967, richiama nella Villa Reale grandi professionisti che mescolano sperimentazioni artistiche e progettuali. Una didattica innovativa che si configura come ricerca e verifica nei laboratori.