Archimede aveva un sacco di tempo libero

Copertina del libro - Matepristem

B. Codenotti, C. Flandoli

Archimede aveva un sacco di tempo libero

Sironi editore, Milano, 2016

pp. 155; euro 16,90

 

L'intento di questo libro è esplorare uno degli argomenti più affascinanti e difficili della Matematica, l'infinito, divertendosi. Avvalendosi anche di una storia a fumetti, il libro illustra i concetti basilari della teoria degli insiemi incrociandoli con la storia del pensiero logico e scientifico.

"Infinite volte", "pazienza infinita": nel linguaggio di tutti i giorni, usiamo impropriamente questo termine per sottolineare l'idea di un numero enorme. La confusione tra infinito e quantità molto grandi non è ingiustificata: i più grandi scienziati della storia, da Pitagora ad Archimede, da Galileo a Gauss, con l'infinito hanno litigato a lungo, intuendo che per maneggiarlo occorreva un salto che però non riuscirono a compiere. Poi, finalmente, nell'Ottocento il matematico Cantor ha trovato il modo di trattare matematicamente l'infinito: "inventando" la teoria degli insiemi.

Gli autori accompagnano il lettore in un percorso che parte dal finito e si conclude con le gerarchie di infiniti diversi che furono scoperte da Cantor. A supporto del lettore, la presenza di un fumetto che, oltre alla funzione illustrativa, ha una sua piacevole vita propria e contribuisce alla comprensione.