Etnomatematica

Copertina del libro - Matepristem

Marcia Ascher

Etnomatematica

Bollati Boringhieri, Torino, 2007

pp. 235; € 28,00

I

l principale contributo della etnomatematica è quello di offrire una visione globale della matematica, riconducendone i concetti astratti al contesto umano delle differenti culture che li hanno generati. In questo libro, partendo da riflessioni su come una particolare società strutturando il concetto di tempo, prendono importanti decisioni riguardo al futuro, costruiscono modelli e mappe e stabiliscono relazioni. Marcia Ascher dimostra che le culture tradizionali possiedono concetti matematici molto più sofisticati di quanto in genere non si creda.

Apprendiamo, ad esempio, che alcuni rituali religiosi del Madagascar si basano su complessi algoritmi algebrici e che alcune popolazioni indonesiane, i kodi e i balinesi, usano calendari molto più astratti ed eleganti dei nostri.

Questa affascinate esplorazione in terreni matematici “lontani” spazia attraverso diverse aree geografiche: tra i borana e i malgasci dell'Africa, tra gli abitanti delle isole Tonga e Marshall in Oceania, fino ai tamil nel sud dell'India, ai baschi in Europa occidentale, ai babilonesi e ai kodi in Indonesia.

Mostrando come le idee matematiche giochino un ruolo vitale nello sfruttare i diversi ambienti del sapere, dalla navigazione alle interazioni sociali e religiose, questo libro ci offre una prospettiva nuova da cui osservare le diverse culture umane e riflettere sulla loro identità e differenza.