I grandi problemi della matematica

Copertina del libro - Matepristem

I. Stewart

I grandi problemi della matematica

Einaudi, Torino, 2014

pp. 321; euro 30,00

 

Tra le innumerevoli domande formulate dai matematici, alcune si distinguono dal resto come picchi prominenti che torreggiano su collinette piú basse. Sono quelle veramente importanti, i problemi difficili e stimolanti che qualsiasi matematico darebbe un braccio per risolvere. Alcuni sono rimasti senza risposta per decenni, altri per secoli o addirittura millenni e di alcuni non conosciamo tuttora la soluzione. L'ultimo teorema di Fermat è rimasto un enigma per 350 anni, finché Andrew Wiles lo risolse dopo sette anni di sforzi. La congettura di Poincaré rimase aperta per piú di un secolo, fin quando fu risolta dal genio eccentrico di Grigorij Perelman, che rifiutò tutti i riconoscimenti accademici e un premio di un milione di dollari. L'ipotesi di Riemann continua a sconcertare i matematici di tutto il mondo, non meno impenetrabile adesso di 150 anni fa.

Il volume contiene una scelta di quesiti fondamentali che hanno guidato l'attività matematica in direzioni radicalmente nuove. Ne descrive le origini, spiega perché sono fondamentali e li mostra nel contesto della Matematica e delle scienze nel loro complesso. Comprende problemi risolti e irrisolti e si concentra soprattutto su questioni tuttora aperte o che sono state risolte negli ultimi cinquanta anni.

Ian Stewart ci guida in questo mondo facendoci capire che cosa fanno i matematici, come ragionano e perché la loro disciplina è cosí interessante e importante; ci mostra come i matematici di oggi raccolgano le sfide poste dai loro predecessori e come, uno dopo l'altro, i grandi enigmi del passato si arrendano di fronte alle potenti tecniche del presente.