I numeri ci somigliano

Copertina del libro - Matepristem

A. Bellos

I numeri ci somigliano

Einaudi, Torino, 2015

pp. X-374; euro 19,50

 

"Questo libro è per tutti, non serve essere ferrati in matematica per leggerlo. Ciascun capitolo introduce un nuovo concetto matematico senza presupporre alcuna conoscenza preliminare"

Con queste parole Bellos invita alla lettura del suo I numeri ci somigliano. Nel volume si raccontano i legami, a volte i più impensabili, fra eventi del mondo reale e i principi della matematica, il risultato è un libro brillante e divertente.

Da come Cédric Villani a come un semplice tassista dell'Arizona abbia potuto trionfare ai campionati del mondo di calcolo mentale grazie alla sua passione per i numeri primi, Bellos accompagna il lettore in un viaggio che lo trasporta in ogni ramo della matematica: trigonometria, probabilità, geometria, aritmetica, statistica e così via. Tutto partendo dalla semplice domanda di quale sia il suo numero preferito, sia esso una semplice cifra o il prodigioso "numero della fenice", 142.857, i cui sei primi multipli sono anagrammi delle sei cifre che lo compongono (moltiplicandolo con 1, 2, 3, 4, 5 e 6 si ottiene rispettivamente: 142.857, 285.714, 428.571, 571.428, 714.285 e 857.142, e quando lo si moltiplica con 7, esce il meraviglioso 999.999).

Un appassionante viaggio tra gli eventi e le verità della Matematica.