Mate-Magica

Copertina del libro - Matepristem

V. Bossi, A. Mira, F. Arlati

Mate-Magica. I giochi di prestigio di Luca Pacioli

Aboca Edizioni, 2012

pp. 118; euro 19,50

 

Il libro contiene problemi tratti dal libro "De viribus quantitatis" di Luca Pacioli. Dovendo scegliere tra tutto il materiale del testo originale gli autori hanno privilegiato, come indicato dal titolo del libro, quelli che potevano essere classificati come "giochi di prestigio a base di matematica".

I primi problemi riguardano la "divinazione" (indovinare il numero o i numeri pensati). Il primo problema proposto è molto semplice. Nota la somma di due numeri naturali "indovinare" i loro valori attraverso semplici operazioni aritmetiche da effettuare su di essi. I problemi successivi chiedono di individuare tre, quattro o cinque numeri naturali nota la loro somma eseguendo, come prima, opportune operazioni aritmetiche. Se formalizziamo le operazioni suggerite scopriamo che queste servono a costruire il numero di equazioni necessario a risolvere i problemi. Il libro accompagna il testo originale dei problemi di Pacioli con la simbologia che siamo soliti usare oggi.

Le pagine successive descrivono giochi di "partizione"; come distribuire del vino tra due o più persone avendo a disposizione contenitori di capacità diverse. Seguono poi problemi con monete; il testo si chiude con giochi di "topologia". Utilizzando corde, nodi e anelli spostare questi ultimi da una posizione iniziale ad una finale.

Il libro è ricco di figure, tratte dal "De viribus quantitatis" o da testi di autori successivi a Pacioli, che aiutano a comprendere i giochi proposti. Le continue citazioni a matematici precedenti: Fibonacci o all'autore del "Tractato d'abbacho", e a quelli successivi a Luca: Cardano, Bachet,Chuquet danno l'idea di quanto i "giochi" matematici abbiano contribuito, per secoli, alla divulgazione della Matematica.