Per un umanesimo scientifico

Copertina del libro - Matepristem

E' la figlia che racconta del padre. E' Giulia Boringhieri che ripercorre la storia di Paolo, una figura importante nella ricostruzione culturale dell'Italia del secondo dopoguerra. Si parla di case editrici, di Torino, della Einaudi, della nascita della Boringhieri - la casa editrice del "cielo stellato" - da cui poi vedrà la luce la Bollati Boringhieri.
Nel suo lavoro di ricostruzione culturale, Paolo Boringhieri pensò che occorresse tener conto dell'apporto cruciale del pensiero scientifico. Ed è su questo "umanesimo scientifico" - un ponte tra la tradizione umanistica e la grande scienza del Novecento - che si basò per quel suo progetto editoriale che vide coinvolti alcuni fra gli scienziati e filosofi della scienza più importanti del Paese.