Una vita in più

Copertina del libro - Matepristem

Antonella Boralevi

Una vita in più

Rizzoli, Milani, 2010

pp. 312; Euro 18.00

 

La letteratura (anche quella italiana) continua ogni tanto a porre al centro delle sue trame la figura di un matematico. Gli esiti sono qualche volta discutibili. In questo caso, il libro della settimana pone al centro la vicenda sentimentale di Ernesto Diotallevi, immaginario professore universitario di Matematica pura, ultracinquantenne, introverso, omosessuale che vive nella solitudine e nell'immersione nel suo “mondo dei numeri”.

Si racconta del percorso sentimentale di Ernesto, il suo viaggio a New York per avere un figlio che poi rinnegherà (lasciandolo a una giovane cameriera di nome Lola), l'appassionata storia d'amore con Michele, giovane ragazzo che non condivide la scelta di Ernesto di diventare padre ma preferisce una vita fatta di divertimenti che lo condurranno alla morte. Abbiamo infine la rinascita di Ernesto che ritroverà, grazie all'aiuto di Lola, l'amore per il figlio Josè che lo aiuterà a trovare la strada per continuare a vivere una vita che credeva ormai senza significato.