Calano gli investimenti in Ricerca e Sviluppo nell'area OCSE

Pubblicato il: 
12/12/2016

Segnaliamo l'articolo apparso lo scorso 10 dicembre sul Corriere della Sera a firma di Danilo Taino dal titolo Il ruolo della ricerca e l'egemonia mondiale. Nel contributo si analizza, alla luce dell'Outlook 2016 su scienza, tecnologia e innovazione curato dall'OCSE, il calo di investimenti da parte delle economie avanzate in Ricerca e Sviluppo.

Infatti nell'area OCSE (che raccoglie i Paesi occidentali più Giappone, Corea del Sud, Australia e Turchia) tra il 2000 e il 2015, gli investimenti pubblici in Ricerca e Sviluppo sono calati dall'1,86 all'1,76% della spesa pubblica. Al contrario, i Paesi non OCSE effettuano più del 30% della ricerca pubblica globale e i sistemi più consistenti nel settore, sempre secondo l'OCSE, sono quelli di Cina, India, Russia, Taiwan, Iran, Argentina.