Dalla Russia con amore

Pubblicato il: 
22/01/2019

Le simulazioni della seconda prova dell’Esame di Stato per il Liceo scientifico hanno scatenato numerose polemiche. Non ultima quella sulla plagio dei testi proposti. Infatti i problemi sono stati copiati da un vecchio manuale russo di Igor Irodov tradotto in inglese nel 1981 dal titolo Problems in General Physics.

Il matematico Roberto Natalini, direttore dello IAC-CNR di Roma ha così commentato: "Capisco che si possa prendere spunto da un manuale per poi adattare gli esercizi al contesto didattico in cui devono essere proposti, ma qui c'è stato un pedissequo lavoro di copiatura. Qualcuno tra noi matematici e fisici quando ha visto questi problemi si è ricordato di un vecchio manuale e così è stato scoperto il plagio. E' la prova che si è voluto procedere in fretta, quello che noi contestiamo: c'è tempo per recuperare e aggiustare il tiro se solo il MIUR volesse ascoltare le associazioni che si occupano di insegnamento".

A proposito della scelta di introdurre una prova mista di Matematica e Fisica, anche la Commissione Italiana per l'Insegnamento della Matematica (CIIM) ha espresso preoccupazione per la scelta fatta dal MIUR, in una nota hanno espresso di non essere contro l’idea di prova mista di matematica e fisica, ma contestano lo scollamento delle simulazioni proposte con la realtà scolastica dei licei scientifici nostrani.