Il premio Caccioppoli a Giuseppe Mingione

Pubblicato il: 
17/09/2011

Durante la cerimonia d'apertura del Congresso dell'Unione Matematica Italiana, il 12 settembre scorso, è stato consegnato il Premio Caccioppoli 2010 a Giuseppe Mingione - ordinario di Analisi Matematica all'Università di Parma - per i suoi risultati scientifici nella teoria delle equazioni alle derivate parziali e per le sue stime sulla dimensione degli insiemi singolari, che chiudono le ricerche su u problema aperto negli anni ‘70.

Il Premio, istituito nel 1960 e intitolato al matematico napoletano Renato Caccioppoli, viene consegnato ogni 4 anni e ad oggi è considerato il più prestigioso riconoscimento che un matematico in Italia possa ricevere. Nell'albo d'oro del premio vi sono: Ennio De Giorgi, Enrico Bombieri, Edoardo Vesentini, Enrico Giusti, Antonio Ambrosetti, Gianni Dal Maso, Nicola Fusco e Luigi Ambrosio.

Giuseppe Mingione

 

Giuseppe Mingione, classe 1972, è nato a Caserta e ha studiato all'Università di Napoli "Federico II" con Nicola Fusco, uno dei più conosciuti esperti di Calcolo delle Variazioni. Dal 2006 è professore di Analisi Matematica presso l'Università di Parma e ha ricevuto per il suo lavoro vari riconoscimenti, tra cui l'Award per la Ricerca d'Eccellenza dall'European Research Council nel 2007.

L'impatto delle sue ricerche lo ha portato ad essere uno dei matematici più citati a livello mondiale nella letteratura scientifica internazionale. Secondo una recente ricerca di un ente di valutazione internazionale, uno dei lavori scientifici prodotti da Mingione figura nel primo 1% delle pubblicazioni più citate al mondo per quanto riguarda la Matematica.