Il taglio di una torta sempre fresca

Pubblicato il: 
28/06/2019

Anche per tagliare una torta ci vuole un "metodo scientifico" se vogliamo conservarla morbida e gustosa dal primo all'ultimo morso. Infatti, quando la tagliamo nel solito modo, cioè a spicchi, se togliamo la prima fetta lasciamo a contatto con l'aria due pezzi che quindi diventano secchi più in fretta. Così ogni fetta successiva avrà un lato più morbido (quello appena tagliato) e uno più asciutto.

Per evitare questo inconveniente si può ricorrere alla tecnica introdotta per la prima volta dallo scienziato inglese Francis Galton a inizio Novecento, ovvero tagliare la torta lungo due corde parallele ed equidistanti dal centro. Le fette ottenute avranno una forma simile a un parallelepipedo, ma in questo modo è possibile far combaciare le parti interne attraversate dal coltello riottenendo la forma originale (o quasi).

Procedendo analogamente per i tagli successivi, la torta diventerà sempre più piccola ma conserverà la forma circolare lasciando esposta all’aria solo la parte esterna.