La matematica per la supremazia nell'IA

Pubblicato il: 
31/08/2020

È scontro fra le due superpotenze mondiali Cina e Usa per primeggiare nel campo dell'Intelligenza Artificiale, ma Pechino sembra in vantaggio e la chiave del successo è la matematica. A poco sembra valso il piano miliardario "American AI Initiative" voluto da Trump e secondo gli analisti non saranno i soldi a far vincere la sfida.

Tutto si gioca nella conoscenza di algoritmi sempre più sofisticati ma ad oggi gli studenti delle scuole secondarie e universitarie americane non padroneggiano la matematica fondamentale che li prepara ai campi avanzati, come la teoria statistica e la geometria differenziale, che rende possibile l'AI.

Nel 2017 oltre il 64% dei dottorandi e quasi il 70% degli studenti dei master in programmi di informatica degli Stati Uniti sono stati conseguiti da cittadini stranieri, così come la metà dei dottorandi in matematica dello stesso anno. E le nazionalità di questi studenti sono in gran parte cinesi e indiane. Al contrario il governo di Pechino – che ha come obiettivo il dominio dell'IA globale entro il 2030 – sta cercando di sfruttare al meglio le sue risorse e numerosi sono gli investimenti messi in atto, dai laboratori di ricerca di Huawei a Londra e Singapore e altri progetti fra cui il reclutamento dei migliori matematici, fisici e ingegneri nel resto del mondo.