La Matematica studia il tennis

Pubblicato il: 
12/04/2018

Segnaliamo l'articolo apparso su La Stampa in cui si racconta che un gruppo di ricercatori di Ricerca Operativa del Politecnico di Torino hanno studiato e messo a punto un algoritmo capace di creare dei tabelloni di sfide nel tennis meno prevedibili.

 

Come racconta Gabriele Dragotto, 21 anni e una laurea fresca in Ingegneria gestionale: "È nato tutto quasi per caso. Io dovevo laurearmi e il professor Federico Della Croce, che insegna Ricerca Operativa al Politecnico ed è appassionatissimo di tennis, mi propose di occuparmi di quello che tecnicamente si chiama fair-allocation. Abbiamo notato che molti tennisti si trovano a giocare contro nei primi turni di tornei consecutivi, e questo riduce la varietà e l'interesse dei match. Se il 200-esimo giocatore della classifica gioca sempre contro Federer al primo turno di un torneo, l'esito è molto prevedibile, e il match è "già visto" e non totalmente equo".

Qui l'articolo "Torino, il Politecnico studia la matematica del tennis"