Una matematica all'Ihes di Parigi

Pubblicato il: 
29/10/2019

Olivia Caramello, 34 anni e docente dell'Università dell'Insubria di Como e Varese, ha ottenuto la cattedra "Israel Gelfand" di matematica dell'Institut des Hautes Études Scientifiques di Parigi, uno dei più prestigiosi istituti di matematica e fisica, che vanta sette Medaglie Fields dalla sua fondazione. Inoltre Olivia Caramello è la prima donna in assoluto a ricevere questo riconoscimento. Da gennaio sarà titolare della cattedra simbolo dell'eccellenza scientifica che, per tre anni, le consentirà di visitare l'Istituto, tenere corsi e seminari e animare delle attività scientifiche.

Olivia Caramello si è distinta per aver elaborato la teoria dei "ponti" topos-teoretici, ovvero delle tecniche interdisciplinari utili per creare ponti tra contesti matematici differenti. Per questi suoi lavori è considerata, secondo le Medaglie Fields Alain Connes e Laurent Lafforgue, una "erede spirituale" di Alexandre Grothendieck, celebre matematico che proprio all'Ihes ha lavorato fin dalla sua fondazione.

Olivia Caramello si è detta "molto onorata di ricevere questo importante riconoscimento, che premia il lavoro di tanti anni e mi offre grandi opportunità di sviluppo della mia ricerca, grazie alla frequentazione con gli eminenti matematici e fisici dell'Ihes. Questa cattedra ha un significato speciale per me anche perché proviene dall'Istituto in cui ha lavorato Grothendieck, l'inventore dei topoi. Mi auguro che questo ruolo permetterà di attrarre nuovi talenti alla teoria dei topoi, in particolare all'Insubria".