News di Matepristem

05/12/2016

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista della statunitense Society for Research in Child Development favorire l'alfabetizzazione matematica e rafforzare le competenze numeriche di bambini di 3 anni è un elemento predittivo di performance migliori nel corso dei primi anni delle scuole elementari. In particolare è utile stimolare concetti legati alla stima di piccole quantità di oggetti e al "saper contare".

Per approfondire, segnaliamo l'articolo apparso su la Repubblica dal titolo "Giochi con la matematica a 3 anni? Andrai meglio a scuola".

02/12/2016

Segnaliamo l'articolo apparso su La Stampa del 1 decembre scorso dal titolo "L'italia ultima in matematica la scuola non sa insegnare agli allievi il metodo scientifico" firma Andrea Gavosto della Fondazione Agnelli in cui si analizza il calo, nel nostro Paese, nella comprensione della Matematica e delle Scienze.

L'Italia è dietro a tutti i grandi Paesi (con eccezione della Francia per quanto riguarda la primaria) secondo i risultati dell'ultima indagine internazionale Timss sugli apprendimenti di Matematica e Scienze nel 2015. Secondo la Fondazione Agnelli, che analizza le performance della scuola italiana, la scuola non abitua gli allievi al metodo scientifico, al ragionamento matematico, all'uso consapevole dell'argomentazione logica, non preparandoli alla vita e al lavoro dei prossimi decenni.

23/11/2016

1-1-2-3: nei Paesi di lingua anglofona questa sequenza di numeri corrisponde al 23 novembre ma corrisponde anche a quattro dei primi cinque numeri di Fibonacci (manca lo zero iniziale). Ecco perché il 23 novembre è il Fibonacci Day. Così, dopo il Pi greco Day (14 marzo) ecco aggiungersi il Giorno di Fibonacci.

Per conoscere meglio la figura di Leonardo Fibonacci, nato a Pisa nel settembre del lontano 1170, pubblichiamo le pagine a lui dedicate nel libro di Angelo Guerraggio Matematica (Egea, Milano, 2012).

16/11/2016

Dal prossimo anno scolastico all’interno dell'Istituto "Enriques Agnoletti" di Sesto Fiorentino, in provincia di Firenze, nascerà il nuovo Liceo Matematico. Il nuovo indirizzo, prima sperimentazione in Toscana e seconda in Italia dopo un analogo esperimento nel Lazio, sarà attivato nell'Istituto in collaborazione con il Dipartimento di Matematica e Informatica dell'Università degli Studi di Firenze che invierà i suoi docenti a formare e affiancare i colleghi delle Superiori.

Come dichiarato dalla Dirigente Scolastico Silvia Baldaccini: "Laboratori, laboratori e ancora laboratori, sarà questo il segreto. Il principio è aggiungere un'ora in più di matematica e fisica per avere tempi più distesi che permettano di affrontare le materie con un nuovo approccio disciplinare in cui la pratica si accompagni alla teoria. I ragazzi potranno approfondire la crittografia, le geometrie non euclidee e le geometrie dello spazio: tutti argomenti che spesso non abbiamo il tempo di affrontare".

Le fa eco Giorgio Ottaviani, direttore del Dipartimento di Matematica e Informatica dell'Ateneo fiorentino: "Il liceo nasce in modo sperimentale nasce dalla collaborazione tra il liceo e l'università e sono previsti percorsi di formazione dove i docenti elaboreranno questa specifica didattica che vede la matematica collegata ad altri discipline. La novità sarà il collegamento con discipline come la filosofia, l'arte, la letteratura e la storia".

10/11/2016

Lo scorso 9 novembre presso l'Accademia dei Licei è stato assegnato Premio Alberto Feltrinelli 2016 al matematico belga Jean Bourgain. Il Premio, che comprende anche una quota di 250 mila euro, verrà consegnato il prossimo 11 novembre presso l'Accademia dei Lincei dal presidente Alberto Quadrio Curzio, in occasione dell'inaugurazione dell'anno accademico 2016-2017.

Insieme a Bourgain saranno premiati cinque scienziati italiani (ai quali andranno 65 mila euro ciascuno): Roberto Regazzoni e Pietro Salinari per l'Astronomia, Bruno Coppi per la Chimica e Fisica, Roberta Oberti per le Geoscienze e Alberto Mantovani per le Scienze biologiche.

Bourgain, 62 anni, nel corso della sua carriera ha ricevuto la Medaglia Field nel 1994 i suoi lavori su "molti campi fondamentali dell'Analisi matematica: la geometria degli spazi di Banach, la convessità in dimensioni elevate, l'Analisi armonica, la teoria ergodica e, infine, le equazioni differenziali parziali non lineari".

Jean Bourgain

09/11/2016

Cosa mettere in vetrina per attirare i clienti? Semplice, la Matematica arriva in soccorso dei commercianti.

È il caso di Evo Pricing, una start-up di Torino che collabora con l'Ateneo piemontese, che ha elaborato un algoritmo capace di prevedere la merce più adatta per ciascun negozio. Tutto si basa sui big data, ciascun negozio adatta il proprio algoritmo, capace di gestire circa un milione e duecento mila variabili a settimana, basandosi su: meteo, concorrenza, dati storici del punto vendita. Il risultato è la proposta di vendita setimanale.

Per approfondire la storia di Evo Pricing, che ad oggi collabora con 500 esercizi commerciali in tutto il mondo, vi consigliamo la lettura dell'articolo:

"Dati, meteo e matematica". Una start-up dice ai negozi che cosa mettere in vetrina, La Stampa, 9/11/2016

08/11/2016

Sull'inserto domenicale La Lettura del Corriere della Sera dello scorso 8 novembre è apparso un articolo a firma di Carlo Rovelli, celebre fisico italiano, sulla figura di Bruno de Finetti e in particolare sulla teoria dell'incertezza che è oggi al centro di un dibattito filosofico internazionale.

L'intuizione di de Finetti è il carattere soggettivo della probabilità e il carattere probabilistico, ma convergente, della conoscenza. L'insegnamento di de Finetti, che si può estendere alla nostra vita quotidiana, spirituale e civile è che l'incertezza non è eliminabile ma possiamo diminuirla.

Qui l'articolo.

07/11/2016

Segnaliamo l'articolo apparso su il Sole 24 Ore a firma di Vincenzo Barone, docente di Chimica teorica e computazionale, dal titolo Una «leva» per capire il mondo.

Nell'articolo Barone ripercorre alcuni degli episodi che hanno visto uno stretto legame tra Matematica e le Scienze naturali: dalla leva archimedea ai recenti Premi Nobel per la Fisica.

04/11/2016

Sull'inserto settimanale D de La Repubblica è apparsa un'intervista a Maria Colombo, classe 1989, una giovane e promettente matematica italiana (ha studiato alla Normale di Pisa) che lavora come ricercatrice presso il Politecnico di Zurigo.

Tra i suoi interessi di ricerca, che si sviluppano nell'ambito del Calcolo variazionale, si occupa di come le nubi descrivono il loro moto nel cielo.

Sul sito di divulgazione scientifica MaddMaths potete leggere l'intervista curata da Silvia Bencivelli.

Maria Colombo

03/11/2016

Sull'emittente radiofonica Radio Deejay, oltre alla vasta programmazione di carattere musicale, va in onda il martedì alle 21,30 il programma Mc2 che racconta, in maniera divulgativa e anche divertente, gli uomini che hanno fatto la storia della scienza, le loro scoperte e di ciò che nel bene e nel male li ha resi immortali.

I personaggi sino ad oggi protagonisti del programma radiofonico sono stati: Isaac Newton, Albert Einstein, Charles Darwin e Kurt Gödel.

Qui per riascoltare le puntate di Mc2.

02/11/2016

Segnaliamo l'articolo apparso sul sito di divulgazione scientifica Scienzainrete dal titolo "Nella ricerca serve una nuova frontiera europea: le riflessioni di un matematico" in cui il matematico Nicola Bellomo, professore emerito del Politecnico di Torino e uno dei matematici più importanti al mondo, espone il proprio punto di vista sulla partecipazione ai progetti europei che può contribuire, oltre che al finanziamento della ricerca di base, a individuare nuove frontiere di ricerca nell'ambito delle scienze matematiche sia pura che applicata.

26/10/2016

Segnaliamo l'articolo apparso sul sito di divulgazione scientifica Galileonet dal titolo "Viaggio nella matematica che cambia", nel quale si evidenziano i cambiamenti che la Matematica ha subito nel corso del tempo, nonostante il suo carattere di verità (un risultato in Matematica è per sempre) diversi e mutevoli sono stati gli approcci e le conclusioni.

Qui l'articolo.

10/10/2016

Segnaliamo l'articolo apparso su la Repubblica in cui si racconta di Pat Ashforth e Steve Plummer, due insegnanti di Matematica inglesi, che producono infatti lavori a maglia di ispirazione matematica: coperte e manufatti in lana che rappresentano con forme e colori formule e teoremi celebri dell'aritmetica e della geometria.

Ad oggi loro opere, che sono esposte al Science Museum di Londra, sono circa novanta per un totale di 100 ore di lavorazione ciascuno.

Qui l'articolo.

Il teorema di Pitagora all'uncinetto

06/10/2016

Il prossimo 9 ottobre a Siracusa, dove si è svolto con successo l'ultimo Convegno PRISTEM, sarà inaugurato il Centro Studi Arti e Scienze "Il Cerchio". Il Cerchio si propone di raccogliere studi e opere dei personaggi siciliani che hanno brillato sia nelle scienze che nelle arti.

Il Centro si costituisce come sede per approfondimenti su argomenti riguardanti le varie arti e scienze, fornendo a tutti gli studiosi una sede attrezzata e ricca di materiali per le loro ricerche.

04/10/2016

L'Accademia reale delle scienze di Svezia ha assegnato il premio Nobel per la Fisica 2016 a David Thouless, Duncan Haldane e Michael Kosterlitz per "le scoperte teoriche delle transizioni topologiche di fase e delle fasi topologiche della materia".

Con le loro ricerche, hanno permesso di approfondire particolari circostanze in cui la materia assume stati strani e imprevisti. Per farlo hanno utilizzato modelli matematici molto complessi, che in questi anni hanno consentito di esplorare gli stati della materia, e che in futuro serviranno per applicazioni pratiche di vario tipo nei campi delle scienze dei materiali e dell'elettronica. Per i loro studi hanno utilizzato metodi matematici molto avanzati basati sulla Topologia, per spiegare gli strani fenomeni che si verificano quando la materia assume particolari stati, per esempio nei superconduttori.

Frederick Duncan Michael Haldane

Nato a Londra nel 1951. Dopo il dottorato alla Cambridge University, nel Regno Unito, è diventato professore della Princeton University.

David James Thouless

Nato a Bearsden, in Scozia, classe 1934, Thouless ha ottenuto il dottorato in Fisica alla Cornell University di Ithaca, negli Stati Uniti, ha poi insegnato Fisica matematica all'Università di Birmingham, nel Regno Unito e poi, a partire dal 1980, alla Washington University a Seattle.

John Michael Kosterlitz

Nato ad Aberdeen, in Scozia, nel 1942. Dopo il dottorato alla Oxford University, ha insegnato all'Università di Birmingham, nel Regno Unito per poi trasferirsi negli Stati Uniti alla Brown University.

26/09/2016

Segnaliamo l'intervista apparsa su la Repubblica al filosofo della scienza Giulio Giorello. Di formazione filosofo e matematico, Giorello ripercorre la sua lunga carriera, le passioni e gli incontro con le "grandi" menti che lo hanno formato.

Qui l'intervista.

Giulio Giorello

23/09/2016

Anche quest'anno il Dipartimento di Economia, Società, Politica dell'Università di Urbino in collaborazione con il Centro PRISTEM dell'Università Bocconi propone il corso dedicato agli studenti delle classi quarte e quinte superiori "Matematica e…".

Il corso, che consiste in una serie di incontri pomeridiani, ha lo scopo di fornire elementi di riflessione sui punti di contatto tra la Matematica e le altre discipline. Gli argomenti trattati, che vanno dai collegamenti più classici fra Matematica e Fisica fino a quelli più insoliti tra Matematica e Psicologia, passando per Letteratura, Musica, Geografia, serviranno a suggerire spunti per cogliere le connessioni tra le varie discipline (anche in funzione dell'Esame di Stato e delle future scelte universitarie).

Il programma del corso prevede le seguenti 6 conferenze:

  • 21 ottobre 2016, ore 15.15-17.45

Davide De Marchi, European Commission - Joint Research Centre, Ispra (VA) - "Matematica e territorio. Dalla cartografia al gps"

  • 4 novembre 2016, ore 15.15-17.45
  • Nicola Chiriano, Liceo Siciliani di Catanzaro - "Matematica e musica. Il mondo fatto 'a scale' di numeri e note"
  • 18 novembre 2016, ore 15.15-17.45

Silvia Benvenuti, Università di Camerino - "Matematica e libertà. Le geometrie non euclidee"

  • 2 dicembre 2016, ore 15.15-17.45

Filippo Martelli, Università di Urbino - "Matematica e fisica. La geometria delle onde gravitazionali".

  • 13 gennaio 2017, ore 15.15-17.45

Gian Italo Bischi, Università di Urbino - "Matematica e letteratura. Le loro vite parallele nel Novecento"

  • 3 febbraio 2017, ore 15.15-17.45

Ugo Merlone, Università di Torino - "Matematica e psicologia"

 

Gli incontri si terranno presso l'Aula Rossa del Dipartimento di Economia, Società, Politica, Palazzo Brandani Battiferri in via Saffi 42 (Urbino).

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza se si è presenti ad almeno 4 dei 6 incontri e la partecipazione alle lezioni può essere valutata dai Consigli di Classe per il credito per gli Esami di Stato.

L'iscrizione deve essere fatta entro sabato 15 ottobre 2016. La quota di iscrizione è di 20 euro.

Per informazioni e chiarimenti contattare uno dei seguenti insegnanti:

Benedetta Amicizia – Liceo Scientifico "Laurana" – Urbino, bamicizia@gmail.com

Alessandra Cellini – ITIS "Mattei" – Urbino, alessandracellini@gmail.com

Gian Italo Bischi – Dipartimento di Economia – Università di Urbino, gian.bischi@uniurb.it

20/09/2016

Leggere e comprendere l'enunciato di un teorema è spesso un'avventura intellettuale di notevole impegno, ma comprenderne le possibili applicazioni diventa, a volte, impossibile. A spiegarci come le scoperte matematiche preannuncino, secoli prima, le rivoluzioni scientifiche e tecnologiche, ci aiuta il chimico e scrittore Marco Malvaldi che nel corso del Wired Next Fest ha parlato di come affermazioni apparentemente inutili ma vere (i teoremi) possano cambiare davvero il mondo.

Qui il video della conferenza.

16/09/2016

Come organizzare il calendario di un campionato di pallavolo evitando problemi di sovrapposizione con altri appuntamenti sportivi o esigenze delle squadre? Semplice c'è la Matematica!

Da quest'anno infatti il nuovo calendario della Serie A maschile di pallavolo è stato redatto grazie a un modello matematico, messo a punto da un gruppo di ricercatori dell'Università di Firenze e dell'Università di Roma Tor Vergata, che ha pianificato le partite di andata e ritorno, scegliendo tra 10 miliardi di miliardi di combinazioni possibili.

14/09/2016

"Studiare l'ebraismo ed eccellere in questa materia per me è più importante di studiare matematica e scienza". Questa grave dichiarazione è stata fatta nei giorni scorsi dal ministro dell'istruzione di Israele Naftali Bennett, leader del partito nazionalista religioso Focolare ebraico che rientra nella compagine di governo.

Secondo il ministro le scienze e tutte le altre materie scolastiche sarebbero meno importanti rispetto allo studio dell'ebraismo, aggiungendo: "Anche se siamo una potenza nell'high-tech che esporta conoscenza e innovazione al mondo, dobbiamo essere una potenza spirituale ed esportare conoscenza spirituale al mondo".