Per un 8 marzo matematico: Sonia Kowalewskaja