Bruno Pontecorvo, il fisico che scelse l'URSS