La poesie delle lavagne di matematica