News di Matepristem

27/06/2022

Ci ha lasciati Paolo Lorenzi, molti avranno modo di conoscerlo per le sue attività didattiche, soprattutto nella sua Bolzano, che non seguivano le mode ma che volevano essere delle vere botteghe dove la matematica e le sue questioni erano l'oggetto del lavoro.

Per noi era anche un amico, ha collaborato come autore nelle nostre riviste e ha partecipato a numerosi convegni organizzati dal PRISTEM co conferenze che lasciavano il segno per semplicità e impegno, un lavoro di equilibrio che sapeva esprimere al meglio.

Per ricordare il suo spirito, qui una intervista apparsa quasi dieci anni, proprio su questo sito: 

https://matematica.unibocconi.it/articoli/bolzano-la-matematica-%c3%a8-nella-citt%c3%a0

Grazie e ciao Paolo!

20/04/2022

Le edizioni Gallimard hanno appena pubblicato Récoltes et Semailles, opera postuma del matematico Alexandre Grothendieck in cui si intrecciano riflessioni sulla matematica e la loro poesia, sull'ecologia e meditazioni spirituali.

Scomparso nel 2014 all'età di 86 anni Grothendieck è stato un gigante della matematica del secolo scorso, nel 1966 aveva ricevuto la medaglia Fields, e finito poi a condurre una vita da eremita. Récoltes et Semailles è stato composto tra il 1983 e il 1986, quando insegnava a Montpellier, 1500 pagine nell'intimità del suo pensiero. Grothendieck ne invia 150 copie ai suoi conoscenti ma le stampe circolano e le versioni vengono messe online.

Alexander Grothendieck nel 1951, 1965 e 2014

 

Ne scrive un'ultima, che questa volta vuole svelare al grande pubblico e affida la missione al giornalista scientifico e filosofo della scienza Stéphane Deligeorges. Dopo varie vicissitudini legate ai contenuti, nel 2010 Grothendieck, allora auto-recluso in Ariège, cambia idea e si oppone a qualsiasi pubblicazione durante la sua vita. Il divieto è stato revocato dopo la sua morte e il giornalista ha finalmente convinto Gallimard sostenendo l'importanza di questo "patrimonio".

25/03/2022

Dai girasoli alle stelle marine, la simmetria appare ovunque in biologia. Questo non vale solo per i corpi ma anche le molecole sono sorprendentemente simmetriche. Ma perché? L'evoluzione ha una preferenza per la simmetria? Un team internazionale di ricercatori dell'Università di Bergen lo crede e ha unito idee provenienti dalla biologia, informatica e matematica per spiegarne il motivo. Le strutture simmetriche e altre strutture semplici emergono così comunemente perché l'evoluzione ha una preferenza schiacciante per semplici "algoritmi", cioè semplici insiemi di istruzioni per produrre una data struttura.

Il team ha utilizzato la modellazione computazionale per esplorare come si manifesta questa preferenza in biologia. Hanno dimostrato che molti più genomi possibili descrivono algoritmi semplici rispetto a quelli più complessi. Man a mano che l'evoluzione ricerca i possibili genomi, è più probabile che vengano scoperti algoritmi semplici, così come le strutture più simmetriche che producono. Gli scienziati hanno quindi collegato questo quadro evolutivo a un risultato profondo della disciplina teorica della teoria algoritmica dell'informazione.

28/02/2022

Oltre 600 scienziati e giornalisti scientifici russi hanno sottoscritto una dura lettera aperta contro la guerra di aggressione russa in Ucraina. La Federazione delle accademie scientifiche e umanistiche europee (ALLEA) ha rilanciato l'appello degli studiosi russi e ha adottato una dichiarazione in cui auspica il rispetto delle convenzioni internazionali sulla protezione dei civili e dei beni culturali e esprime profonda preoccupazione per la sicurezza dei colleghi accademici ucraini.

Negli ultimi giorni, oltre seimila persone sono state fermate per aver partecipato a proteste pacifiche contro la guerra. La sottoscrizione dell'appello da parte degli scienziati russi è può portare potenzialmente a conseguenze professionali e personali.

Ecco il testo italiano dell'appello che come Centro PRISTEM divulghiamo con convinzione:

Noi, studiosi, scienziati ed esponenti del giornalismo scientifico russi, esprimiamo una decisa protesta contro le azioni di guerra intraprese dalle forze armate del nostro paese contro i territori dell'Ucraina. Questo passo fatale comporta innumerevoli vite umane e mina le basi del sistema consolidato della sicurezza internazionale. La responsabilità dell'avere scatenato una nuova guerra in Europa è tutta della Russia.

Per questa guerra non ci sono giustificazioni. I tentativi di sfruttare la situazione del Donbass come occasione per aprire un teatro di guerra non sono per niente credibili. È del tutto evidente che l'Ucraina non rappresenta una minaccia per la sicurezza del nostro paese. La guerra contro di essa è ingiusta e manifestamente priva di senso.

L'Ucraina è stata e continua ad essere un paese a noi vicino. Molti di noi hanno parenti, amici e colleghi che condividono le nostre ricerche scientifiche. I nostri padri, nonni e bisnonni hanno combattuto assieme contro il nazismo. L'atto di scatenare una guerra per le ambizioni geopolitiche del governo della Federazione Russa – mosso da dubbie fantasie storiche – rappresenta un cinico tradimento perpetrato alla loro memoria. Noi rispettiamo l'autonomia statale dell’Ucraina che si regge su valide istituzioni democratiche. Capiamo la scelta europea dei nostri vicini. Siamo convinti che tutti i problemi che riguardano i nostri due paesi possono essere risolti pacificamente.

Scatenando questa guerra la Russia si è autocondannata a un isolamento internazionale, allo status di paese-maledetto Questo significa che noi, studiosi e scienziati, non potremo più svolgere il nostro lavoro come abbiamo fatto finora in quanto la ricerca scientifica è impensabile senza la collaborazione con colleghi stranieri. L'isolamento della Russia dal mondo comporta un ulteriore degrado, culturale e tecnologico, del nostro paese e una totale mancanza di prospettive positive. La guerra con l'Ucraina è un salto nel buio.

Fa male riconoscere che il nostro paese, che ha portato un contributo fondamentale alla vittoria sul nazismo, è ora diventato la miccia di una nuova guerra nel continente europeo. Chiediamo l'immediata sospensione di tutte le azioni militari condotte contro l'Ucraina. Chiediamo il rispetto della sovranità e dell'integrità territoriale dello stato ucraino. Chiediamo la pace per i nostri due paesi!

14/02/2022

I mercoledì di febbraio e marzo all'auditorium dell'Acquario di genova sono dedicati alla Scienza. Grazie ai numerosi incontri la matematica e le altre scienze diventano alla portata di tutti con incontri e divulgativi.

Vi segnaliamo, in particolare, la conferenza "Insegnare matematica (e non solo) ai piccoli in Uganda" di Anna Asti che si terrà mercoledì 16 febbraio alle ore 17.

Qui di seguito la locandina con tutti gli eventi.

 

04/01/2022

L'Istituto Nazionale di Alta Matematica "Francesco Severi", l'ente di ricerca italiano che gestisce e coordina la ricerca matematica in Italia insieme al il Centre national de la recherche scientifique hanno istituito insieme il Laboratorio di Scienze Matematiche Ipazia con l'obiettivo di promuovere gli scambi franco-italiani di matematici, organizzare convegni scientifici, facilitare l'istituzione di tesi congiunte tra Francia e Italia e finanziare missioni di dottorandi. Per farlo, Ipazia si avvarrà di un consorzio di laboratori costituito in una trentina di università francesi e italiane. Il nome rende omaggio a Ipazia di Alessandria, filosofa, astronoma e matematica greca che ha operato tra la fine IV secolo e inizi del V secolo.

Annunciando l'accordo, Antoine Petit, presidente e amministratore delegato del CNRS, ha affermato: "Sono particolarmente orgoglioso della creazione di questo nuovo laboratorio internazionale […] l'Italia è uno dei nostri importanti Paesi partner per la ricerca in matematica". Giorgio Patrizio, presidente dell'INdAM, ha concluso: "La collaborazione scientifica tra le comunità matematiche francese e italiana ha una lunga tradizione. La creazione del laboratorio internazionale favorisce nuove relazioni e getta le basi per nuovi successi nella ricerca matematica".

27/12/2021

Lo scorso 24 dicembre è scomparso il matematico italiano Salvatore Rionero, ad annunciarlo è l'Accademia dei Lincei di cui lo scienziato napoletano era membro dal 1992. Professore Emerito di Fisica Matematica dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II", Rionero era nato a Nola il 1 gennaio 1933. Nel corso della sua carriera ha dato contributi fondamentali in diverse questioni di Fisica matematica, in particolar modo nella difficile problematica della stabilità non lineare in fluidodinamica. "Ci lascia un grande scienziato che accompagnava il suo sapere ad eccezionali doti di umanità, intelligenza, gentilezza e simpatia", così ha commentato il presidente dell'Accademia Nazionale dei Lincei Roberto Antonelli.

08/12/2021

Lo scorso 5 dicembre è scomparso all'età di 91 anni il grande matematico francese Jacques Tits, professore emerito al Collège de France di Parigi, dove aveva insegnato dal 1973 al 2000. Nel corso della sua carriera era stato autore di una nuova teoria di vasta eco sugli enti algebrici dei gruppi come oggetti geometrici. Oltre che nell'ambito della ricerca, Tits ha svolto un ruolo di primo piano a livello internazionale come redattore capo delle pubblicazioni matematiche dell'Institut des hautes études scientifiques di Parigi ed è stato membro del comitato che assegna la Medaglia Fields. Nel corso della sua carriera ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui il Premio Wolf per la matematica nel 1993, la medaglia Cantor nel 1996 e il prestigioso Premio Abel alla carriera nel 2008.

Jacques Tits

06/10/2021

L'Accademia Nazione dei Lincei ha annunciato l'assegnazione dei Premi "Antonio Feltrinelli" 2021 nell'ambito delle scienze matematiche e naturali si tratta di nove premi nazionali – di cui 5 a giovani studiosi di età inferiore ai 40 anni – a ricercatori italiani che si sono contraddistinti a livello internazionale.

Per quanto riguarda la matematica a Camillo De Lellis, attualmente professore all'Institute for Advanced Study di Princeton, è stato assegnato il Premio "Feltrinelli" per la Matematica, meccanica e applicazioni, del valore di 65.000 euro, mentre a Guido De Philippis, professore alla Sissa di Trieste, andrà il Premio "Feltrinelli Giovani" per la Matematica.

I due matematici hanno in camune la provenienza dei loro studi: sono entrambi ex studenti della Scuola Normale Superiore di Pisa. De Lellis dal 1995 al 2002 e De Philippis dal 2011 al 2014.


Camillo De Lellis e Guido De Philippis

06/10/2021

Dal 18 al 24 ottobre torna Ferhmhamente, il Festival della Scienza di Fermo con la sua quinta edizione a tema "Dimensioni".

Sarà un'edizione online con attività per le scuole, dirette streaming per tutti e un grande database di contenuti in cui scoprire la scienza e lasciarsi incuriosire.

Per scoprire come partecipare alla manifestazione, qui tutte le informazioni: www.fermhamente.it


04/10/2021

Pochi giorni fa è scomparso Federico Peiretti, nome noto nell'ambiente matematico per la sua opera nella divulgazione. Torinese puro, dopo la laurea in Fisica è diventato docente di Matematica e Fisica prima nella scuola media poi al Liceo classico Cavour di Torino.

All'attività di docenza ha affiancato quella di giornalista, collaborando con La Stampa e fondando l'inserto settimanale Tuttoscienze. È stato autore o coautore di una ventina di testi di matematica e informatica. Ha fondato e diretto Polymath, il progetto didattico per le scuole secondarie del
Politecnico di Torino ed è stato "storico" vicepresidente dell'Associazione Subalpina
Mathesis. Per la sua attività di divulgazione nel 2004 ha vinto il Premio Internazionale Pitagora.

È stato un grande amico e collaboratore del PRISTEM che salutiamo e ricordiamo come un galantuomo della Matematica.

Federico Peiretti

10/09/2021

La situazione afghana ha scosso non solo il mondo politico ma anche il mondo accademico che ha dato il via a numerose iniziative per aiutare i ricercatori e ricercatrici afghani a poter continuare a lavorare in un ambiente aperto e accogliente.

In particolare c'è stata una mobilitazione del mondo matematico che ha lanciato un appello a cui hanno aderito già numerose istituzioni matematiche:

PETIZIONE

Così recita l'appello che ha raggiunto già migliaia di firme: "La presa del potere da parte dei Talebani in Afghanistan ha causato nel paese uno sconvolgimento. Tra i principi più a rischio ci sono la libertà del pensiero (anche scientifico) e la parità di genere. (..) Essere liberi di ragionare e insegnare a ragionare è l'esigenza primaria per una comunità scientifica. Di pari importanza è il dispiegamento di ogni sforzo per attuare la parità di genere."

03/09/2021

La professione dell'assicuratore sta cambiando radicalmente e la nuova figura deve avere nuove competenze: data science, intelligenza artificiale e matematica. Le compagnie assicurative sono quindi a caccia di questi nuovi profili per creare ed analizzare polizze e i profili di rischio basandosi sull'analisi dei dati e delle informazioni.

Negli ultimi tre anni la compagnia Generali ha assunto a tempo indeterminato 500 persone e oltre il 60% di queste hanno profili digitali, legati all'analisi dei dati, all'intelligenza artificiale, alla business analysis, allo sviluppo dei programmi e alla sicurezza informatica.

01/09/2021

Secondo l'Academic Ranking of World Universities 2021, una delle classifiche più note e condivise al mondo sulle realtà universitarie, l'Università degli Studi di Milano spicca per le sue performance in Matematica: si colloca infatti al 51.esimo posto al mondo. Un risultato più che eccellente per l'Ateneo meneghino e per il Paese.

La classifica viene stilata ogni anno dall'Università Jiao Tong di Shanghai e compara oltre 1000 istituzioni accademiche sulla base di una serie di criteri tra cui il numero di premi Nobel e medaglie Fields tra gli ex alunni e docenti e il numero delle pubblicazioni sulle riviste scientifiche di maggior impatto.

27/08/2021

Un team di ricercatori svizzeri ha pochi giorni fa dichiarato di aver calcolato con un super computer la costante matematica del Pi greco a un nuovo livello di esattezza da record mondiale: 62,8 trilioni di cifre.

Il calcolo ha richiesto 108 giorni e 9 ore e gli sforzi del super calcolatore sono stati quasi due volte più veloci del record che Google ha stabilito utilizzando il suo cloud nel 2019 e 3,5 volte più veloci del precedente record mondiale ottenuto nel 2020. I ricercatori stanno attualmente aspettando che il Guinness dei primati certifichi la loro impresa e, per ora, hanno rilasciato le ultime dieci cifre che hanno calcolato: 7817924264.

La stessa esperienza accumulata per il calcolo di questa costante matematica, affermano infine gli scienziati, potrebbe essere applicata in altre aree come l'analisi dell'RNA, le simulazioni di fluidodinamica e l'analisi testuale.

02/08/2021

Il prossimo 4 agosto nel corso dei Giochi Olimpici di Tokio 2021 si terrà per la prima volta la gara di arrampicatae vincerà l'oro chi otterrà il miglior risultato nelle tre discipline Lead (arrampicata classica con la corda su pareti alte tra i 15 e i 25 metri), Boulder (arrampicata su blocchi alti fino a quattro metri da scalare senza corde) e Speed (la scalata di una parete di 15 metri da portare a termine nel minor tempo possibile).

Laura Rogora

 

Per la pattuglia azzurra scalerà Laura Rogora, romana classe 2001, che lo scorso anno ha vinto l'oro nella Coppa del Mondo a Briançon, in Francia. Ma Rogora è anche una matematica, è infatti iscritta al corso di laurea in Matematica a Trento, dove oltre a domare le cime affronta problemi di Analisi, Geometria e Algebra. Proprio la Matematica è un suo punto di forza sportivo, le scalate sono per lei dei problemi da affrontare e lo stesso approccio che usa in Università lo applica alle pareti rocciose.

In bocca al lupo Laura!

26/07/2021

Il 25 luiglio durante i Giochi Olimpici di Tokio si è tenuta la corsa in linea femminile, 137 km che hanno visto trionfare l'austriaca Anna Kiesenhofer (medaglia di bronzo per l'italiana Elisa Longo Borghini) che da subito è andata in fuga con un piccolo drappello e staccando poi tutte le altre atlete.

 

Kiesenhofer, classe 1991, non è però una ciclista di professione, è una ricercatrice di Matematica e corre in bici da dilettante, senza avere al suo seguito nessun allenatore o preparatore o nutrizionista. Si è laureata in Matematica a Vienna, poi ha conseguito il master a Cambridge e il dottorato al Politecnico della Catalogna. Attualmente è ricercatrice all'École Polytechnique Federale di Losanna e il suo principale tema di ricerca è costituito dalle equazioni differenziali alle derivate parziali non lineari e in particolare quelle che provengono dallo studio della fisica.

Non è il solo caso di legame tra bicicletta e sport, tra le atlete italiane c'è la ciclista Vittoria Bussi, che detiene il record mondiale dell'ora ai mondiali su pista, che è una matematica, laureatasi a Roma con una tesi in geometria algebrica, con un dottorato a Oxford e una borsa di ricerca all'Istituto di Fisica teorica a Trieste.

24/07/2021

Sono appena iniziate le Olimpiadi di Tokio e già arrivano per l'Italia le prime medaglie sportive. Ma si è da poco conclusa un'altra Olimpiade, quella di Matematica che si è svolta a San Pietroburgo (e online per i problemi legati al Covid) dal 18 al 24 luglio. Giunta alla 62.esima edizione questa edizione ha visto partecipare 600 studenti da 100 Paesi del mondo. Anche in questo contesto la squadra azzurra si è distinta ottenendo grandi risultati, tutti i sei componenti del team (che gareggiava da Pisa) sono stati medagliati e il medagliere conta 1 bronzo, 4 argenti e 1 oro.

(da destra) Davide Pierrat, Matteo Poletto, Romeo Passaro, Matteo Damiano, Massimiliano Foschi, Tommaso Lunghi (foto tratta da olimpiadi.dm.unibo.it)

 

Ecco gli "atleti" e le medaglie:

Matteo Poletto - Medaglia d'Oro

Massimiliano Foschi - Medaglia d'Argento

Matteo Damiano - Medaglia d'Argento

Romeo Passaro - Medaglia d'Argento

Tommaso Lunghi - Medaglia d'Argento

Davide Pierrat - Medaglia di Bronzo

 

I nostri grandi complimenti alla squadra italiana!

23/07/2021

A Priverno, nella provincia di Latina, è stato inaugurato il Museo della Matematica. Grazie a un importante contributo della Regione Lazio è stato possibile dar vita al progetto, curato dalla "storica" Fondazione Il Giardino di Archimede, di questo nuovo spazio espositivo all'intero di Palazzo San Giorgio.

La struttura ospiterà molte attività, con un'attenzione particolare al mondo della scuola, per la diffusione della cultura matematica e storico-matematica con esposizioni, laboratori ed eventi dedicati a grandi e bambini che avvicinino il pubblico al mondo dei numeri.

16/07/2021

Di fronte alla riduzione dei corsi universitari di matematica pura in Gran Bretagna, in favore di insegnamenti applicati quali informatica, calcolo delle probabilità e intelligenza artificiale, i pronipoti del matematico Alan Turing insieme alla London Mathematical Society hanno lanciato un appello per salvaguardare gli insegnamenti più teorici.

"Dobbiamo continuare a finanziare e sostenere la matematica pura, materia in cui il mio prozio eccelleva e che era alla base dei suoi successi. Ritengo sia fondamentale che i giovani che mostrano talento per questa materia possano studiarla ai massimi livelli all'Università", così ha dichiarato al The Guardian Rachel Barnes, pronipote di Turing. Secondo i dati riportati da Protect Pure Maths, questo il nome della campagna lanciata, a oggi soltanto 35 delle 174 università del Regno Unito offrono dei corsi in matematica pura. A far suonare il campanello d’allarme è stata la decisione dell'Università di Leicester di chiudere il dipartimento di matematica.

Il problema è di natura economica: gli atenei hanno difficoltà a ottenere fondi per la ricerca e decidono di puntare su materie più "monetizzabili". "Ogni istituzione deve decidere in autonomia in quali campi di ricerca investire", così si è giustificato il vice-rettore dell'Università. Schierati con i pronipoti di Turing anche Marcus du Sautoy, professore di matematica di Oxford e celebre divulgatore, e l'ex presentatore di programmi per bambini della BBC Johnny Ball che in una lettera al governo hanno sostenuto l'importanza della matematica pura nel formare le menti del futuro.