Addio a Piero Angela

Pubblicato il: 
13/08/2022

Nella mattina del 13 agosto a Cagliari all'età di 93 anni ci ha lasciati Piero Angela, giornalista e divulgatore scientifico, che nel corso di 70 anni di carriera alla Rai ha forgiato generazioni di "curiosi", entrando nelle case di tutti gli italiani con il suo garbo discreto.

Nato a Torino il 22 dicembre 1928, figlio del medico e antifascista Carlo Angela (riconosciuto come "Giusto tra le nazioni" per aver aiutato molti ebrei durante la Shoah), dimostra sin da subito una spiccata curiosità e una passione per il pianoforte che inizia a studiare all'età di sette anni. Nel 1952 inizia la sua carriera giornalistica in Rai come cronista radiofonico, divenendo prima inviato e poi conduttore del telegiornale. La sua fama e fortuna sono però legate alla realizzazione di programmi televisivi di divulgazione scientifica, il primo è stato Destinazione uomo nel 1971 e poi, dal 1981, la serie Quark che, con i suoi programmi derivati, tengono ininterrottamente compagnia ai teleascoltatori ancora oggi (l'ultima puntata di Superquark è andata in onda il 10 agosto).

Piero Angela ci ha insegnato a fidarci della scienza e del suo metodo, informandoci anche delle novità dal mondo delle scienze pure come la Matematica. Nel commiato che ha lasciato sulle piattaforme social della sua trasmissione, ringrazia e saluta gli scienziati che lo hanno educato e il pubblico che lo ha ascoltato, con un particolare monito "Cercate di fare anche voi la vostra parte per questo nostro difficile Paese".

Il Centro PRISTEM si stringe nel saluto e ringraziamento collettivo a Piero Angela.

Piero Angela