La Matematica corre in bicicletta

Pubblicato il: 
26/07/2021

Il 25 luiglio durante i Giochi Olimpici di Tokio si è tenuta la corsa in linea femminile, 137 km che hanno visto trionfare l'austriaca Anna Kiesenhofer (medaglia di bronzo per l'italiana Elisa Longo Borghini) che da subito è andata in fuga con un piccolo drappello e staccando poi tutte le altre atlete.

 

Kiesenhofer, classe 1991, non è però una ciclista di professione, è una ricercatrice di Matematica e corre in bici da dilettante, senza avere al suo seguito nessun allenatore o preparatore o nutrizionista. Si è laureata in Matematica a Vienna, poi ha conseguito il master a Cambridge e il dottorato al Politecnico della Catalogna. Attualmente è ricercatrice all'École Polytechnique Federale di Losanna e il suo principale tema di ricerca è costituito dalle equazioni differenziali alle derivate parziali non lineari e in particolare quelle che provengono dallo studio della fisica.

Non è il solo caso di legame tra bicicletta e sport, tra le atlete italiane c'è la ciclista Vittoria Bussi, che detiene il record mondiale dell'ora ai mondiali su pista, che è una matematica, laureatasi a Roma con una tesi in geometria algebrica, con un dottorato a Oxford e una borsa di ricerca all'Istituto di Fisica teorica a Trieste.