LETTERA C

Comessatti Annibale (1886-1945)

Era nato ad Udine il 30 gennaio 1886; è morto a Padova il 13 settembre 1945.

Si era laureato a Padova nel 1908, allievo di Severi di cui fu a lungo assistente. Nel 1920 divenne, per concorso, professore di Analisi algebrica e Geometria analitica all'Università di Cagliari da dove, nel 1922, passò a Padova. Tenne anche, per incarico, corsi nelle Università di Ferrara e di Bologna.

La sua opera concerne prevalentemente la Geometria algebrica, in cui portò personali vedute, specie in questioni di realtà degli enti algebrici, in cui era un vero specialista. Nei suoi lavori e nei volumi delle sue Lezioni curò molto anche la limpidezza dell'esposizione.

La sua vita fu abbreviata dall'acerbo dolore per la perdita, a 18 anni, dell'unica figlia.

Fu socio dell'Accademia dei Lincei.

Necrologio: Rend. Lincei, (8) 1 (1946), pp. 810-815 (L. Berzolari); Bollettino UMI, (3) 1 (1946), pp. 59-61 (F. Severi).