Al via MathUp: in 800 hanno assistito alla presentazione dei nuovi corsi di formazione

Lo scorso venerdì 4 settembre presso la sede dell'Università Bocconi di Milano, si è tenuta la presentazione di MathUp, ovvero i corsi di formazione per i docenti di Matematica di ogni ordine e grado di istruzione scolastica organizzati da Mateinitaly (che proprio un anno fa inaugurava alla Triennale di Milano la mostra "MaTeinItaly. Matematici alla scoperta del futuro").

Alla giornata hanno partecipato circa 800 tra dirigenti scolastici e docenti referenti, che hanno potuto seguire dal vivo o collegati in streaming gli interventi della giornata. Ad inaugurare l'incontro è stato il Rettore della Bocconi prof. Andrea Sironi, il quale ha insistito sull'importanza dell'insegnamento della Matematica e ha sottolineato il valore dei docenti di Matematica della scuola italiana. A seguire è intervenuto il dott. Massimo Esposito, ispettore del MIUR, che ha sollecitato l'impegno della scuola italiana nel promuovere l'aggiornamento della sua classe docente.

Sono poi intervenuti alcuni degli organizzatori dei corsi MathUp: i professori Angelo Guerraggio che ha coordinato e introdotto le relazioni, Giorgio Bolondi che ha parlato dei sistemi di monitoraggio della didattica della Matematica soffermandosi in particolare sugli INVALSI, Simonetta Di Sieno che ha presentato la struttura dei corsi di formazione e Maria Dedò che è intervenuta sull'efficacia dello strumento laboratoriale (che si presenta come momento centrale di MathUp) nella didattica e nell'apprendimento della Matematica. Infine è intervenuto il dott. Patrizio Porcelli che ha presentato la piattaforma e-learning dei corsi che sarà a disposizione dei corsisti per seguire le lezioni e interfacciarsi con i docenti.

I nuovi corsi MathUp nascono, principalmente, da due necessità: da un lato fornire agli insegnanti di Matematica quegli strumenti necessari per rispondere alle aspettative/richieste della società, dall'altro superare l'inefficacia metodologica e di contenuti della didattica della Matematica al fine di dotare gli studenti di quelle competenze di cui, come dimostrano le prove internazionali di valutazione, risultano lacunosi.

I corsi MathUp intendono perciò mostrare come:

• sia possibile e proficuo costruire un curriculum verticale di Matematica che non costringa ogni volta a ripartire da capo ma consenta un insegnamento che, quando torna su questioni già patrimonio degli studenti, lo faccia da un punto di vista più generale e più profondo;

• sia possibile e proficuo partire dalla realtà che gli studenti vivono, con problemi che consentano di familiarizzare con quello strumento fondamentale che è costituito dai modelli matematici;

• sia utile alimentare la propensione a fare matematica degli studenti, proponendo problemi la cui soluzione sia occasione per imparare a "usare" gli strumenti matematici. Ciò viene fatto cercando di coniugare il rigore dell'impianto epistemologico della disciplina con un approccio didattico di tipo laboratoriale che sostenga lo sviluppo di apprendimenti significativi e con un impianto di formazione che punta sulla ricerca e sull'operatività della docenza in situazione d'aula.

Attraverso questo percorso, il progetto MathUp si propone due obiettivi precisi: il primo mira a creare un contesto didattico in cui la Matematica non sia più vista come materia estranea e difficile, il secondo obiettivo parte dalla valutazione dell'importanza che un migliore insegnamento/apprendimento della Matematica avrà nelle future carriere scolastiche e lavorative dei ragazzi.

Per quanto riguarda l'organizzazione del progetto, ogni corso MathUp prevede tra le 18 e le 20 ore di lezione suddivise in blocchi che rendano più agevole la loro fruizione da parte del corsista. Le lezioni potranno essere seguite in streaming e saranno messe in rete a blocchi di 3-4 ore, con cadenza quindicinale (il primo blocco sarà disponibile – per gli iscritti – entro il 1° novembre).

Ogni corsista avrà inoltre un tutor di riferimento con il quale potrà confrontarsi per rendere più proficua la frequenza del corso. Inoltre ogni corsista potrà interagire con il docente o direttamente tramite la piattaforma di e-learning del corso oppure tramite il tutor di riferimento.

La parte finale dei corsi (da febbraio a maggio 2016) è invece dedicata alla preparazione e attuazione, da parte dei corsisti, di una o più sessioni di un laboratorio di Matematica.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito web di MathUp: www.mateinitaly.it/mathup/