L'Onorevole Cédric Villani

Il 18 giugno si è tenuto in Francia il secondo turno di ballottaggio per l'elezione dei componenti dell'Assemblea Nazionale di Francia che al primo turno non avevano raggiunto la maggioranza asoluta dei voti. Tra i numerosi ballottaggi ha suscitato (il nostro) interesse quello nella quinta circoscrizione del Dipartimente dell'Essonne dove si scontravano il matematico Cédric Villani per il movimento La République en marche! del neopresidente francese Macron (che al primo turno aveva ottenuto il 47,46% dei consensi) e la repubblicana Laure Darcos.

Il risultato dell'elezione ha consegnato il seggio parlamentare a Palazzo Borbone a Cédric Villani con il 69,36% dei voti... un successo!

 

Villani, classe 1973, celebre per le sue ricerche nel campo delle equazioni differenziali alle derivate parziali e della fisica matematica (che gli sono valse la Medaglia Fields nel 2010) e per il suo eccentrico look, è attualmente direttore dell'Istituto Henri Poincaré. Negli ultimi anni, come da lui stesso dichiarato, ha accontanato la ricerca attiva per dedicarsi alla comunicazione scientifica e l'organizzazione dell'istruzione superiore e della ricerca. Villani è membro della Strategic Research Council, organo di controllo sulla ricerca francese che riferisce direttamente al Primo Ministro e dal 2015 partecipa al gruppo ristretto di sette ricercatori europei che ha il compito di orientare le scelte scientifiche della Commissione Europea.

Politicamente il matematico francese si definisce indipendente né destra né di sinistra e fortemente europeista, in passato aveva sostenuto le candidature del partito centrista MoDem di François Bayrou.