Corso di sopravvivenza di fisica

Copertina del libro - Matepristem

Corso di sopravvivenza di Fisica

S. Masci, E. Peres, L. Pulone

Ponte delle Grazie, Milano 2010

pp. 272, euro 16,00

Sono le 7.00.. Il signor Tal Dei Tali sente suonare la svegli. Blocca la suoneria. Preme l'interruttore della luce. Apre gli occhi e scende dal letto. Si reca poi in cucina e, mentre riscalda un po' di latte, accende la radio. Quindi apre la finestra e osserva il sole che sta sorgendo. Nel cielo persiste, sempre offuscato, lo splendore della luna e di poche stelle.

Sono circa le 7.02 di mattina. Nel breve intervallo di tempo trascorso dal suo risveglio, il signor Dei Tali ha avuto dei contatti, più o meno marginali, con tutte le principali branche della fisica: la meccanica (ha bloccato la suoneria, ha premuto un interruttore, è sceso dal letto, si è recato in cucina ecc.), la termodinamica (ha riscaldato il latte), l'acustica (ha sentito la sveglia, ha ascoltato la radio), l'ottica (dal momento in cui ha aperto gli occhi), l'elettricità (ha acceso la luce), l'elettromagnetismo (ha messo in funzione la radio) e l'astrofisica (ha osservato il sole, la luna e le stelle)."

Così inizia il "Corso di sopravvivenza" di Fisica, redatto (tra gli altri) da Ennio Peres nel 2004 dopo il lusinghiero successo del corso di sopravvivenza di Matematica e ristampato adesso in una seconda edizione.

Il libro è diviso in sette capitoli, della Fisica. Lo stile è quello a cui ci ha abituato Ennio Peres: semplicità e ironia. L'obiettivo principale è "di far rinascere nel lettore quel senso di stupore nei confronti dei fenomeni naturali che ha sempre rappresentato la molla fondamentale per giungere alle grandi scoperte scientifiche".