Il Papa della fisica

Copertina del libro - Matepristem

G. Segrè, B. Hoerlin

Il Papa della fisica

Cortina, Milano, 2017

pp. 412; euro 32,00

 

Enrico Fermi è stato uno dei più grandi fisici del mondo e, dopo Galileo, il più famoso scienziato italiano. Dotato di un intuito e di una capacità di ricerca infallibili, era stato soprannominato dai colleghi "il Papa della fisica". Le sue scoperte hanno cambiato il nostro mondo: hanno portato alle armi di distruzione di massa, ma anche alla creazione di apparecchiature mediche salvavita. Fuggito dal fascismo e dall'antisemitismo, divenne una figura di spicco del progetto più segreto d'America: la costruzione della bomba atomica. Ultimo fisico capace di padroneggiare tutti i rami della sua disciplina, Fermi era una rara miscela di ricercatore teorico e sperimentale. La sua ricca eredità comprende progressi decisivi in ambiti diversi, dai raggi cosmici alla tecnologia nucleare, fino ai primi computer.

In questo volume, Gino Segrè (professore di Fisica e Astronomia all'Università della Pennsylvania) e Bettina Hoerlin (già docente all'Università della Pennsylvania) restituiscono un'immagine davvero vivida di questo grande visionario della scienza. Passando in rassegna sia i drammi umani che hanno segnato la sua vita sia l'emozionante storia dell’innovazione scientifica nel XX secolo, hanno scritto la straordinaria biografia che Fermi meritava.