La forma del design

Copertina del libro - Matepristem

D. Baroni

La forma del design

Zanichelli, Bologna, 2012

pp. 252; euro 29,50

 

Anche se la scienza italiana ha sempre bisogno di boccate d'ossigeno, ovvero ha bisogno di giovani che vi si dedichino, non si può certo pensare che tutti debbano scegliere all'Università materie scientifiche. O Matematica, che la si ami o la si odi. Presentando questo libro si sottolinea una cosa fondamentale: anche in una materia come il Design, considerata una delle forme d'arte contemporanee, c'è tantissima Matematica. E questo libro ne parla. Il titolo La forma del design. Rappresentazione della forma nel linguaggio del Basic Design mette subito in risalto l'approccio geometrico allo studio di questa disciplina e dei suoi prodotti. Attraverso un po' di storia e molti esempi, Daniele Baroni accompagna il lettore alla scoperta di quelle che sono le basi teoriche del Design.

Chi ama la Matematica troverà moltissimi argomenti tipici del legame tra Matematica e Arte. Si incontrano i solidi di Leonardo, disegnati sotto la guida di luca Pacioli. Si incontra, sempre grazie a messer Paioli e al suo libro De divina proporzione, la sezione aurea e le sue applicazioni come quella di Le Corbusier al corpo umano. Ma la scienza non si infila solo nelle forme e nelle proporzioni. Anche il percorso creativo, la modellizzazione e la relazione tra le strutture hanno un forte legame con la Matematica. I diagrammi produttivi, con la logica. Le visioni tridimensionali con la simmetria. Il packaging con gli studi di minimo.

Se qualche studente ha in mente di iscriversi ad Architettura, o proprio ai corsi di Design, questo libro può essere molto utile. Per iniziare a capire, con molti esempi, cos'è questa disciplina.