Reazioni tricolori. Aspetti della chimica italiana nell'età del Risorgimento

Copertina del libro - Matepristem

M. Ciardi

Reazioni tricolori. Aspetti della chimica italiana nell'età del Risorgimento

Franco Angeli, Milano 2010

pp. 208; euro 23,00

 E' una storia della Chimica italiana del periodo risorgimentale. L'autore -un giovane storico della scienza dell'Università di Bologna che vanta comunque già un numerose pubblicazioni- prende le mosse dell'età precedente, quella tra il 7 e 800, per arrivare ai Congressi degli scienziati italiani e alla fase immediatamente prerisorgimentale. Si parla dunque di Lazzaro Spallanzani, Alessandro Volta, Amedeo Avogadro per arrivare a Stanislao Canizzaro, Macedonio Melloni, Raffaele Piria.
Non mancano riferimenti agli uomini di lettere Xavier de Maistre, Giacomo Leopardi e Silvio Pellico. Quello che comunque viene sottolineato è il ruolo di primo piano che i chimici svolsero nella costruzione dello Stato unitario, per l'importanza delle loro ricerche e l'impegno in campo politico e istituzionale. Scienza e politica rappresentavano due aspetti complementari di un più ampio progetto di rinnovamento della cultura italiana.